Lenti a contatto e bambini

A quanti anni i bambini possono iniziare a usare le lenti a contatto?
Mio figlio può usarle?
Sono complicate da gestire?
Sono pericolose?

Troppo spesso ci sentiamo porre domande come queste ed ancora oggi molti ragazzi e i loro genitori esitano ad affidarsi alle lenti a contatto.

Uno studio chiamato Lenti a contatto in Pediatria (CLIP), condotto nel 2008, ha rilevato che bambini di 8 anni sono in grado di applicare, rimuovere ed effettuare una corretta manutenzione di questi dispositivi, e di non correre un rischio superiore di problemi oculari rispetto agli adolescenti arruolati nello studio.
Inoltre, l'83% dei bambini di età compresa tra 8 e 12 anni che hanno partecipato allo studio CLIP ha dichiarato che erano facili da utilizzare, e il 92% ha scelto di continuare a indossarle a conclusione dello studio.

Lac e bambini

Le lenti a contatto, a differenza dei classici occhiali, consentono un visus privo di distorsioni. Essendo infatti posizionate direttamente sull'occhio permettono una piena visione binoculare rispetto agli occhiali, continuamente soggetti a spostamenti di varia natura indotti dal bambino.
Si è anche visto che l’utilizzo delle lenti a contatto in sostituzione degli occhiali aiuta a far aumentare l'autostima in soggetti così piccoli, che tendono inevitabilmente a fare numerosi paragoni di carattere estetico con i propri coetanei. Le lenti, in quanto praticamente invisibili, non modificano l’aspetto del viso e aiutano i più piccoli a sentirsi sicuri di sé ed uguali agli altri; inoltre migliorano le abilità atletiche e offrono un’alta protezione contro gli U.V. grazie a specifici trattamenti filtranti.

Le lenti a contatto sono disponibili per qualunque difetto visivo: con ampie gamme di parametri per essere applicate su qualunque tipo di cornea, con diversi materiali compatibili con tutti i tipi di occhi e con tempi di sostituzione variabili a seconda le esigenze del portatore.

Il nostro Centro Ottico, specializzato nella Contattologia si avvale delle migliori strumentazioni per poter eseguire i numerosi “test preapplicativi”, che dovranno valutare la quantità e qualità del film lacrimale, la misura della curvatura corneale e la gradazione con la quale dovranno essere realizzate le stesse lenti.
Il nostro personale altamente qualificato si occuperà di insegnare al nuovo portatore le tecniche di inserimento e rimozione delle lenti, la manutenzione delle stesse e le indispensabili regole igieniche.